IGT Calabria Bianco Chora 2011 – L’Acino

Bottiglia acquistata direttamente dal produttore: 7 euro

Torno nuovamente a parlare de L’Acino, azienda calabrese di cui avevo scritto a proposito del Mantonicoz 2010.

Se in quel caso ero rimasto stupito dalla piacevolezza del vino, in questo resto un po’ deluso con il Chora 2011: ho già parlato con il produttore di questa mia perplessità in passato e ovviamente mi riprometto di riassaggiarlo nuovamente quanto prima.
Quello che mi ha un po’ deluso è stato il trovarsi di fronte ad un vino senza una particolare personalità, un po’ seduto, senza troppo sprint: fin troppo “esile” se mi si passa il termine. Non aveva difetti apparenti ma neppure nessun picco che regalasse un guizzo. Profumi abbastanza minimi e che facevano fatica a salire, bocca “seduta”, come detto prima, con un’acidità giusta ma senza quella bella nota sapida che mi aveva così colpito nel Mantonicoz.
Forse è stato un mio errore aspettarmi un fil rouge tra le due bottiglie. O forse, molto più semplicemente, una bottiglia sfigata o sbagliata. Sta di fatto che un minimo di delusione resta. Fino al prossimo eventuale assaggio.

Tags:

About enofaber