Cantinando wine & art, ottava edizione, 17-18-19 agosto 2013

Non è mia abitudine pubblicare comunicati stampa di manifestazioni o eventi. Il questo caso faccio uno strappo alla regola visto che è direttamente coinvolto l’amico Daniel Romano. E poi mi piace molto l’idea di come è costruita la manifestazione.

Cantinando wine & art, ottava edizione, 17-18-19 agosto 2013

Il 17, 18 e 19 agosto, l’Associazione Culturale Sisma rinnova per l’ottava volta l’appuntamento al Parco Urbano delle Cantine di Barile (PZ) con Cantinando wine & art. Al centro come sempre la splendida cirnice del aprco Urbano delle Cantine, ricche di storia e tradizioni. Centro nevralgico dell’evento rimane la musica, con il palco di Piazza Pasolini a fare da teatro alle esibizioni. Il 17 Agosto sarà la volta di Giovanna Marini, pasionaria della musica popolare e militante, amica di Pier Paolo Pasolini e Italo Calvino, e a seguire gli Scettabbann, i quali ci accompagneranno in un viaggio musicale che parte dalla tradizione popolare.
La seconda serata vedrà invece il poliedrico e multietnico Sandro Joyeux, che presenterà a Barile l’Antischiavitour (2011), resoconto del suo viaggio musicale in giro per le campagne d’Italia a sostegno dei migranti.
Infine Enrico Capuano con il suo ultimo album Tammurriatarock guiderà le danze nella serata conclusiva del 19 agosto.

Cantinando è anche cinema
Ogni giorno, prima dei concerti previsti, il palco di Piazza Pasolini si trasformerà in una sala cinematografica all’aperto, ospitando cortometraggi, videoclip e contributi filmati che esplorano tematiche al centro dell’opera ormai decennale dell’Associazione Culturale Sisma.
Il 17 agosto aprirà le proiezioni in Piazza Pasolini, Munnizza, cortometraggio nato dalla sinergia tra Andrea Satta dei Tetes de Bois, Marta Del Prato e Licio Esposito. Munnizza nasce dalla necessità di salvare dall’oblio il casolare dove venne ucciso nella notte tra l’8 e il 9 maggio Peppino Impastato.
Il 18 Agosto ci occuperemo del difficile e mai abbastanza esplorato tema dello sfruttamento dei lavoratori migranti, con il videoclip Là-bas, accompagnato, dalla presentazione di un progetto di sostegno ai lavoratori stagionali africani di Boreano, e Pomodoro Nero, realizzato da Rossella Anitori, Antonio Laforgia e Raffaele Petralla, il quale racconta per immagini le condizioni di vita in uno slum di lavoratori migranti in terra pugliese.
Quest’anno un importante momento sarà dedicato allo sguardo collettivo che può fornire la fotografia.
Un workshop avrà inizio il 16 agosto e terminerà il 19 e sarà supervisionato da Raffaele Petralla, reporter di viaggio (Repubblica, Left, Terra nonchè diversi magazine stranieri) . Sempre per la sezione ‘arte’, il 18 l’artista romano Andrea Kiv e ospiti decoreranno, tra vernici e musica, le facciate di alcune abitazioni del centro storico sul tema ‘civiltà contadina’.
In questa nuova edizione di Cantinando inoltre, si è voluto proseguire il percorso iniziato lo scorso anno con la creazione di uno spazio dedicato alle eccellenze del territorio, in particolare al frutto più celebre della regione, il vino Aglianico del Vulture DOC. “La terrazza dei DOC e dei DOP”, questo il nome scelto per questo piccolo percorso enogastronomico (vino, principalmente, ma anche pane e olio doc e dop
della Lucania) che si terrà nella splendida cornice del cortile dell’ex Locanda del palazzo, spazio generosamente offerto alla kemesse dall’Azienda Basilisco.
Da non dimenticare in questo ambito anche la stipula di numerose convenzioni che l’organizzazione di Cantinando ha realizzato con diverse strutture turistiche ed alberghiere della zona. Uno sforzo di interconnessione che darà ai visitatori della manifestazione numerosi vantaggi in termini di sconti e promozioni applicate e che favorisce la creazione di una rete di soggetti interessati alla creazione di un percorso di turismo enogastronomico e culturale di alto livello e duraturo nel tempo, un turismo
di cui Cantinando si sente punto di riferimento.
L’edizione 2013 di Cantinando vede il nascere di una partnership tra l’Associazione Culturale Sisma e la casa editrice Minimum Fax, presente nei giorni della manifestazione con uno stand lungo il percorso. Nell’ambito di questa collaborazione si inserisce anche un’iniziativa dedicata all’incontro tra lettori ed autori, il Chiaccherando con. A guidare la discussione con lo scrittore Cosimo Argentina sul suo Per sempre carnivori (Minimum Fax, 2013) sarà Giuditta Casale del blog libri.tempoxme.it, già giurata del Premio Letterario Le Cantine di Pasolini, ideato dall’Associazione Sisma.
Per il settimo anno consecutivo inoltre, l’Associazione Sisma in collaborazione con l’associazione Lunaria di Roma e il Comune di Barile ha il piacere di ospitare l’International Workcamp. Il progetto prevede la permanenza per due settimane di quindici ragazzi provenienti da tutto il mondo che avranno il compito di ripulire e allestire le cantine, aiutando l’organizzazione nella realizzazione pratica dell’evento,
nell’ottica di quell’integrazione tra linguaggi ed esperienze che è alla base della
filosofia di Cantinando. Se tutto ciò ancora non bastasse, a completare la cornice estetica di Cantinando, ci penserà l’illuminazione architetturale ” Dalla Natività alla Strage degli Innocenti” a cura di Renato La Ghezza (Planetario Service), un mix di luci e colori con i quali le cantine del Parco Urbano verranno illuminate durante le ore serali, trasformando il luogo, già di per sé suggestivo, in uno spazio magico, e
per chi dopo i concerti non sarà ancora sazio di musica, l’Associazione Vulcanica di Rionero, ideatrice di un fesival musicale tra i più seguiti in Basilicata, dalle ore ventitré vi offrirà, all’interno del Parco Urbano, la migliore musica alternativa.

Questo è Cantinando, come sempre
Più Vino meno petrolio

Tags:

About enofaber