Barolo Docg Le Coste 2005 – Pecchenino

Bottiglia donata da un amico

Il tempo e il numero di bicchieri forse aiutano un po’.
Come scrissi in passato avvicinarmi a certe bottiglie o tipologie di vino mi metteva “l’ansia da prestazione”. Il Barolo rientrava sicuramente in questa casistica.
Ora, per quanto ci sia sempre un approccio prudente, mi sento un po’ più tranquillo (o meno inadeguato).
Questo Barolo 2005 di Pecchenino è stata una bevuta “facile” o almeno non troppo ansiogena. Merito del vino, sicuramente, che pur mantennedo una certa austerità e quel quid di distacco che solo certe bottiglie possono avere, si è lasciato affrontare con relativa tranquillità.
Direi abbastanza tipico (ovvio, in base alle mie conoscenze) nei profumi speziati e leggermente evoluti, buona freschezza e tannino elegante. Bevibilissimo, questo è sicuramente un suo punto di forza.

Tags:

About enofaber