Democrazia sospesa

lo-sconosciuto-di-piazza-tienanmen

Un argomento per una volta non legato al vino.
Ma penso che il momento lo richieda.

Siamo in una situazione politica molto pericolosa: penso che la democrazia sia in questo periodo storico sospesa (se non annullata, addirittura).
Personalmente penso che l’essere umano non sia capace di vivere democraticamente. E penso che dal secondo conflitto mondiale ci abbiano propinato per democrazia una oligarchia mascherata: solo che il boom economico, la ricostruzione, il ’68, gli anni di piombo e via dicendo abbiano celato molto bene il senso di un potere oligarchico plutocratico (da che è storia, la politica è appannaggio dei ceti abbienti che non devono pensare a come procurarsi il denaro per riempire la pancia).

La situazione politica (?) italiana attuale è questa.
Le ultime elezioni le abbiamo avute nel 2013 e hanno portato al primo governo di “coalizione” con il premier letta (lettera minuscola voluta).
Le elezioni precedenti avevano visto la vittoria del centrodestra e successivamente alla decadenza del presidente del consiglio, ci fu il governo Monti. Anche questo non eletto democraticamente ma imposto dall’alto.
Ora assistiamo nuovamente al medesimo balletto, con la sostituzione di un finto sinistrorso e l’attribuzione del potere a un democristiano riciclato.

Assisteremo a una caduta di governo senza passaggi parlamentari, figlio di un presidente della repubblica che incarna un presidenzialismo dispotico mai richiesto e mai voluto in Italia.
Assisteremo a “consultazioni” in cui una della principali forze di politiche andrà a trattare nella persona di un condannato e che non dovrebbe avere accesso ai pubblici uffici.
Abbiamo assistito a trattative per la legge elettorale tra le due forze politiche in cui da una parte c’era un (non ancora) rappresentante delle forze di sinistra (ahah, che parola ridicola) e un condannato per il centro destra.
Abbiamo assistito a una opposizione finta per alcune forze, casinista e disorganizzata per l’altra. Un’opposizione, un movimento che si sottomette alle parole, talvolta deliranti, di un leader autonominatosi e neppure eletto democraticamente (il famoso carisma weberiano?).

Bene. Anzi, malissimo. Non dobbiamo preoccuparci?
Abbiamo la pancia troppo piena ancora e stiamo seduti comodi sulle nostre poltrone, assistendo inermi (colpevolmente) a tutto questo.

Ah, giusto.
Questa domenica c’è juve-chievo, balotelli crede di essere tyson, sanremo è alle porte e il vino naturale continua a popolare le fantasie perverse degli enostrippati.
Quindi va tutto bene.

About enofaber