Chianti Classico Docg 2010 – Fontodi

fontodi

Torniamo a parlare di vino, che è meglio. Bottiglia ricevuta in dono

Eh, ogni tanto capita di scazzare un po’, come capitato ieri.
Poi si torna sulla retta via. E si torna a parlare di vino.

Uno di quelli che mi è piaciuto assai. Che, anche per soddisfare il mio ego, sono riuscito ad individuare a bottiglia coperta, azzeccando che era un sangiovese, probabilmente un Chianti. Dai, ogni tanto un po’ di culo ci va nella vita 🙂

A parte gli scherzi: questo Chianti Classico 2010 di Fontodi mi ha colpito per il suo essere diretto e piacevole. Bei profumi inizialmente legati al sottobosco, qualche richiamo ematico che poco alla volta, stando fermo nel bicchiere, lasciavano spazio al frutto maturo e alla spezia dolce, con un legno ben integrato e mai fuori dalle righe. Beva convincente, giocata da una lato su una discreta morbidezza ma contrastato dall’altro da un tannino vispo e una bella freschezza.

Mentre lo degustavo lo associavo mentalmente a una figura femminile, decisa nell’apparenza ma sensibile nell’animo, una di quelle persone che passati i primi istanti si palesa con gentilezza e sincerità. Una di quelle donne con cui potresti farci l’amore o semplicemente scambiare chiacchere non banali. Perchè in entrambi i casi il piacere sarebbe grande.

Son sempre più convinto: devo studiare meglio il sangiovese…

Tags:

About enofaber