Imperfetta perfezione

perfection

Immagine presa sul web

Pensieri agostani.
Banali, magari, ma anche se fisicamente non si è in vacanza la testa richiede qualche banalità.
O leggerezza.
Pur scrivendo sempre meno il “mondo del vino” resta nel mio orizzonte. E nel mio bicchiere, ovviamente.
Continuo ad assaggiare, a “studiare”. Probabilmente in maniera meno onnivoro/ossessiva/compulsiva rispetto al passato. Ma mi soffermo di più, rifletto. Sarà anche che sto crescendo/invecchiando. Forse.
L’altra sera avevo nel bicchiere un vino, un gran bel vino. Un vino eccellente a essere sinceri, bevuto in una situazione ottimale, con la giusta compagnia, con i tempi giusti. Ma c’era qualcosa che mi sfuggiva ugualmente.
Perché anche quando si “beve”, bocca, naso e cervello sono sempre attivi nell’analizzare e comprendere quello che si ha nel bicchiere.
Un vino eccellente ma “freddo”: perfetto mi verrebbe da dire nella sua tipologia. Forse fin troppo perfetto.
Direte: che noia, se era tutto bello, perfetto, perché non godersi quella bevuta?
Me la sono goduta, eccome, dal punto di vista sensoriale. Ma questo non mi ha impedito di riflettere su quella “perfezione”, quella “freddezza”.
In fondo non sia abiutati ad un’eccesso di bellezza e perfezione.
In fondo, volendo fare un paragone con i rapporti umani, ci innamoriamo delle persone sia per le cose belle ma forse, banalmente, ancor più dei difetti. O almeno, nell’ambito del “è tutto bello”, i difetti (o presunti tali) vengono accettati, rivelando comunque elementi che danno un risultato a tutto tondo di quella persona.
Ecco, forse un eccesso di perfezione rende qualcosa meno affascinante. Anche un bicchiere di vino. Non sto dicendo che amo i difetti in un vino. Ma il “perfettino” a tutti i costi talvolta potrebbe essere un limite, almeno dal punto di vista della goduria intellettuale. Ecco, un “vino Barbie“, emblema della perfezione, sarà godibilissimo. Ma forse, dico forse, invoglia ad andare oltre e a non tornare più su quel bicchiere, perché si va alla ricerca di qualcosa che emozioni di più.
In ogni caso, al di là delle riflessioni cazzare agostane, la bottiglia si è volatilizzata.

About enofaber